Editoriale (Foto Ivan Benedetto)


(Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 11 marzo, 2016 18:30 | by Enrico Demaria

0

Polvere di… Calcio: l’editoriale di Enrico Demaria

PRO VERCELLI EDITORIALE ENRICO DEMARIA / VERCELLI – Rinfrancata, al limite dell’euforia, dall’inebriante successo sul Pescara, la Pro viaggia sabato alla volta di Bari per confermarsi anche contro i galletti di Camplone. Gli stati d’animo sono diametralmente opposti: la squadra di Foscarini è allo zenit della felicità, mentre il Bari si lecca le ferite dopo la netta sconfitta rimediata a Chiavari, contro l’Entella. Ma gli stati d’animo, che pure hanno un loro peso, contano meno della classifica e, soprattutto, della considerazione che in questo campionato folle e incerto, le sorprese sono all’ordine del giorno.
Per quanto riguarda la classifica, i numeri sono impietosi: contro il Pescara la Pro ha fatto l’impresa, ma ora dovrà confermarsi, partita dopo partita, fino a quando non sarà a ridosso dei 50 punti che garantiscono la salvezza, per ora i punti sono 33. E se la Pro deve guardarsi da un notevole numero di squadre che la seguono o precedono (dai 23 punti del Como ai 36 della Ternana sono ben dieci, Pro compresa, le squadre che dovranno lottare sino all’ultima giornata), il Bari si ritrova ora ad un punto da quell’area playoff dove, solo poco tempo fa, sembrava solidamente collocata. Anche la gara del San Nicola sarà dunque una sorta di spareggio pur con obiettivi diametralmente opposti di classifica: la Pro vuole allontanare il più possibile la zona calda playout, il Bari cerca di risalire in fretta sul bus dei playoff.
Foscarini, che finalmente ha sperimentato con successo la difesa a tre anche al Piola, recupera Bani e Castiglia e dunque, toccando tutti i ferri di questo mondo, avrà finalmente solo problemi di sovrabbondanza. La gara con il Pescara ha sancito che ci sono giocatori in grande condizione, come Scavone e Mammarella, e altri che stanno dettando gioco ed esempio ai compagni, come lo straordinario Budel. E ancora: un Malonga che sta crescendo a vista d’occhio, per non parlare dell’immenso Pigliacelli. E’ soprattutto confortante che la squadra sia riuscita a centrare i rinforzi di gennaio (e qui vanno riconosciuti i meriti di Varini): per la verità c’è ancora da verificare Forte (che prima o poi vedremo all’opera), ma il mercato di riparazione ha funzionato bene, anzi benissimo. E poi, tra le note positive, segnaliamo il recupero di Beretta che, giocando con più continuità,sta finalmente dando alla squadra un apporto decisivo. Per quanto riguarda la trasferta di Bari, il recupero di Bani appare essenziale perché questo giovane centrale difensivo si sta rivelando, per la Pro (ma anche per l’intera serie B), la più bella sorpresa del campionato.
Si viaggia dunque verso il San Nicola con l’animo finalmente rasserenato. L’importante è non esaltarsi troppo, ricordando che ogni gara fa testo a sé e, soprattutto, che il Bari di Camplone è infarcito di grandi giocatori i quali non vorranno fallire davanti al proprio, caldissimo, pubblico che, stavolta, non glielo perdonerebbe. Preso atto di questa realtà, la Pro al completo, ripetiamo, può giocarsela con chiunque.

Tags: , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pro Vercelli-Novara 1-2: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...