Editoriale (Foto Ivan Benedetto)


(Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 12 maggio, 2016 16:30 | by Enrico Demaria

0

Polvere di…Calcio: l’editoriale di Enrico Demaria

POLVERE DI CALCIO ENRICO DEMARIA / VERCELLI – La notizia non particolarmente buona della riconsegna di tre punti al Lanciano (che ora si installa ad una sola lunghezza dalla Pro) non deve far perdere il sonno alla squadra di Foscarini che, essendo ancora un punto avanti al drappello dei 42 punti (Latina, Modena, Salernitana e, appunto, Lanciano) ha nelle proprie mani il suo destino; ben diverso sarebbe, anche psicologicamente, se dovessimo guardare soprattutto agli altri. Fatta questa premessa, venerdì sera, nell’anticipo al Curi, è assolutamente indispensabile fare quei tre punti che sabato scorso ci sono sfuggiti inopinatamente quando ormai tutto il “Piola” stava festeggiando lo strameritato successo di Trapani.

E’ la terza volta che la Pro fa harakiri, facendosi raggiungere, per giunta nel finale, appena dopo essere andata in vantaggio: è accaduto a Terni e poi, in casa, con l’Avellino. Infine, sabato. Morale: sei punti persi di colpo, con i quali oggi saremmo salvissimi.

La giornata che si apre, per noi in anticipo, venerdì, presenta partite al calor bianco, a partire dall’ultimissima spiaggia per il Livorno che solo vincendo le ultime due partite potrebbe, ipoteticamente, non scendere direttamente in B. Solo la matematica tiene ancora in corsa i toscani, per questa ragione è lecito attendersi una gara all’arma bianca ad Ascoli, dove, tuttavia, anche i bianconeri dovranno vendere cara la pelle perché, sempre ipoteticamente, pure loro (a quota 46 punti) potrebbero essere risucchiati nel gorgo dei playout. Si annuncia complicatissima la trasferta del Modena a Pescara, contro una formazione in piena corsa per una posizione vantaggiosa nei playoff, mentre il Lanciano ospiterà una ormai tranquilla Ternana; così come pure si annuncia non insormontabile l’impegno interno del Latina con l’altrettanto tranquillo Vicenza. Dal canto suo, la Salernitana viaggia alla volta di Cagliari e occorrerà capire se i sardi intendano onorare al meglio le ultime due giornate del torneo, pur avendo ormai ottenuto la promozione in A. Conoscendo la serietà del Cagliari non abbiamo alcun motivo per dubitarne.

Fossimo nei giocatori della Pro, non faremmo troppi calcoli. Si deve andare a Perugia per conquistare quel successo pieno che manca ormai dalla trasferta di Livorno e che, adesso, vale oro colato. Contro il Trapani, la squadra di Foscarini (con un Rossi finalmente all’altezza) ha dispiegato gioco, ma non è riuscita a far centro se non nel finale, con una conclusione straordinaria di Castiglia, che non ha lasciato scampo al pur bravissimo Nicolas. Poi, dopo un minuto, o poco più, il patatrac.

A Perugia occorrerà la concentrazione sfoggiata contro la squadra di Cosmi, ma estesa tutta la partita, senza un solo istante di abbandono. Perché tre istanti di deconcentrazione, come abbiamo visto, ci sono costati sei punti: un’enormità. Dunque, al Curi occorre vincere e poi, possibilmente, ripetersi il venerdì successivo, al Piola, con il Cagliari. Non sogniamoci che qualcuno ci regali alcunché: dobbiamo conquistare i punti decisivi con applicazione feroce, coraggio e determinazione. Requisiti che ci sono sfuggiti in gran parte del campionato e che, in una settimana, dobbiamo recuperare e soprattutto far fruttare.

Tags: , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pro Vercelli-Monza 1-2: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...