Esclusive Moreno Longo (Foto Ivan Benedetto)


Moreno Longo (Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 6 giugno, 2017 12:30 | by Michele Balossino

0

ESCLUSIVO – Pro Vercelli, Longo: “Bravi a crederci fino alla fine”

PRO VERCELLI INTERVISTA ESCLUSIVA MORENO LONGO / VERCELLI – Dopo quella al Direttore Sportivo Massimo Varini, oggi vi riproponiamo l’intervista esclusiva a mister Moreno Longo, pubblicata sul numero cartaceo di Magica Pro dedicato alla straordinaria salvezza della Pro Vercelli. Ecco le parole del tecnico delle “Bianche Casacche”.

 

PRO VERCELLI, L’INTERVISTA ESCLUSIVA A MORENO LONGO

Buongiorno Mister. A distanza di due settimane dalla conclusione del campionato, che ha visto ancora una volta la Pro Vercelli centrare una straordinaria salvezza in Serie B, le chiederei di tracciare un bilancio della stagione appena terminata.

Il bilancio di questa stagione è davvero ottimo, a mio avviso si conclude con il raggiungimento di un obiettivo straordinario per quello che è il campionato di Serie B: conosciamo benissimo le realtà con cui ci confrontiamo e sapevamo altrettanto bene che mantenere la categoria ogni anno è un’impresa molto difficile. Quest’anno ci siamo riusciti con un ruolino di marcia che forse è il migliore delle ultime stagioni: ci siamo salvati con una giornata d’anticipo e abbiamo centrato molti record, questo ci riempie d’orgoglio.

Una stagione nella quale avete sfatato molti tabù, regalando gioie indescrivibili ai tifosi. Penso ad esempio alla vittoria nel derby con il Novara e alla serie entusiasmante di risultati utili consecutivi che vi ha trascinati verso l’obiettivo.

Il derby con il Novara era un tabù che volevamo assolutamente sfatare, ci tenevamo molto e siamo contenti di aver regalato a tutta la città questa soddisfazione. Poi penso alla sfida con la Virtus Entella, anche quella molto sentita: fare quattro punti in due partite è sicuramente una soddisfazione da condividere con tutti i tifosi. E non dimentichiamoci la striscia notevole di dodici risultati utili consecutivi; Provedel ha battuto il record di imbattibilità: insomma, c’è stata tanta carne al fuoco per ritagliarci uno spazio importante in questa Serie B.

A differenza degli ultimi anni, in cui la squadra faticava molto lontano dalle mura amiche, la Pro Vercelli targata Moreno Longo è riuscita a conquistare punti pesanti anche in trasferta. Cos’è cambiato nella mentalità della sua squadra?

Sicuramente l’approccio alle partite, che è sempre stato propositivo: abbiamo sempre ragionato partita per partita, con la consapevolezza di poter vincere ogni gara. Poi sappiamo che questo non è sempre possibile, ma dopo il girone d’andata – in cui i molti giovani hanno preso confidenza con la categoria – nel girone di ritorno abbiamo raccolto i frutti. C’era bisogno di un percorso di crescita, tenendo conto che molti ragazzi erano all’esordio in Serie B: serviva tempo per metabolizzare le dinamiche di un campionato molto complicato.

Qual è la partita che le ha fatto capire che quest’anno la squadra sarebbe riuscita a centrare la salvezza? E c’è mai stato un momento in cui ha pensato di non potercela fare?

Credo che le partite siano state due: la prima nel girone d’andata, quando abbiamo battuto in maniera netta la Spal, che poi ha vinto il campionato. La seconda, invece, la vittoria di Cesena, arrivata in un momento in cui più nessuno credeva alla salvezza della Pro Vercelli, perché si arrivava da un filotto di cinque partite negative dal punto di vista dei risultati, ma non del gioco e della prestazione. Siamo stati bravi a credere in quello che stavamo facendo e quella vittoria ci ha poi sbloccati.

A suo avviso, sotto quali aspetti la Pro Vercelli è cresciuta maggiormente in questo campionato e sotto quali altri dovrà ancora crescere nel prossimo futuro?

La Pro Vercelli in questo campionato è cresciuta moltissimo sotto l’aspetto della solidità: perché siamo diventati una squadra quadrata e difficile da affrontare, contro di noi era molto complicato creare occasioni da gol. Come dico sempre, da gruppo ci siamo trasformati in squadra: il gruppo è formato da persone che pensano singolarmente, la squadra invece ragiona con un’unica testa. Guardando al futuro, dobbiamo crescere e migliorare sotto l’aspetto realizzativo, perché quest’anno i numeri dicono che abbiamo concretizzato poco. Ma con il lavoro e la spensieratezza di qualche giocatore, come Morra al suo primo anno in Serie B, la situazione potrà sicuramente migliorare.

Passiamo a lei. Dopo la gavetta nel settore giovanile, alla prima esperienza nel calcio dei grandi ha conquistato una salvezza con novanta minuti d’anticipo; quali sono le maggiori differenze con il calcio giovanile e quanto è stata importante l’esperienza alla guida di una formazione Primavera nel suo percorso di allenatore?

Credo che le differenze siano prettamente fisiche e di intensità: il calcio dai dilettanti alla Serie A, nelle dinamiche, è molto simile. Poi ovviamente cambiano qualità ed intensità che spostano gli equilibri. La diversità d’intensità del campionato è la cosa più notevole. L’esperienza nel settore giovanile è stata fondamentale: la gavetta penso sia determinante nel percorso di ogni allenatore, perché sono anni in cui ci si cimenta in un percorso che ti permette di arrivare a lavorare con gli adulti nella maniera più pronta possibile. Con gli adulti, il minimo errore viene subito fatto pagare, mentre con i giovani c’è ancora la possibilità di sbagliare.

Infine, le chiedo quali sono gli obiettivi per la prossima stagione e se a luglio, all’inizio del ritiro, Moreno Longo sarà regolarmente alla guida della Pro Vercelli.

Gli obiettivi della Pro Vercelli sono sempre gli stessi: la salvezza. Per puntare più in alto bisognerebbe spostare quella che è la programmazione societaria: l’obiettivo rimane la permanenza in Serie B, poi se dovesse arrivare qualcosa in più saremmo tutti molto felici di poter cavalcare quell’onda. Ma rimaniamo umili e con i piedi per terra. In questo momento il mercato degli allenatori è fermo e partirà nei prossimi giorni, perché alcune squadre stanno ancora giocando. Io sto parlando con la mia società, alla quale devo molto per l’occasione che mi hanno concesso. Stiamo cercando di trovare la soluzione per poter continuare il percorso insieme.

Tags: , , , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pro Vercelli-Cuneo 0-1: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...