Esclusive Francesco Musumeci (Foto Ivan Benedetto)


Francesco Musumeci (Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 18 settembre, 2020 10:00 | by Michele Balossino

0

ESCLUSIVO – Pro Vercelli, Musumeci: “Vi racconto il nostro Settore Giovanile”

PRO VERCELLI INTERVISTA ESCLUSIVA FRANCESCO MUSUMECI / VERCELLI – Nonostante le difficoltà causate dalla terribile emergenza Covid-19, la Pro Vercelli è riuscita – in tempi record – a rimettere in moto il Settore Giovanile e a far ripartire in sicurezza gli allenamenti di moltissimi ragazzi. Pertanto, abbiamo incontrato il nuovo Responsabile del Settore Giovanile delle “Bianche Casacche” Francesco Musumeci. Ecco, dunque, le sue parole in esclusiva.

 

PRO VERCELLI, L’INTERVISTA ESCLUSIVA A FRANCESCO MUSUMECI

Innanzitutto benvenuto Direttore. Che cosa l’ha spinta ad accettare l’incarico di Responsabile del Settore Giovanile della Pro Vercelli e quali sono state le sue prime sensazioni? Accettare la Pro Vercelli è stato anche fin troppo facile, come fai a rifiutare una piazza del genere? Per prima cosa vorrei ringraziare il Direttore Sportivo Alex Casella, che mi ha dato questa grande opportunità di seguirlo in questa bellissima esperienza. Si tratta di un club glorioso e pieno di fascino, quando si parla di Pro Vercelli si parla di storia del calcio. Arrivo a Vercelli con grande entusiasmo e voglia di fare bene; e soprattutto con grande umiltà. Sin dal primo momento è stato emozionante entrare in contatto con questa realtà: quando varchi il cancello dello stadio “Silvio Piola”, respiri aria di calcio.

Negli ultimi anni la Pro Vercelli ha ottenuto grandi risultati a livello di settore giovanile, con tantissimi giocatori della prima squadra che sono arrivati proprio dal vivaio. Cosa c’è di buono da mantenere della passata gestione e quali sono le novità che dobbiamo attenderci? Arrivando alla Pro Vercelli, ho trovato un ambiente professionale formato da poche persone ma tutte di una professionalità esemplare. Entrare nel mondo Pro Vercelli è stato agevolato dal fatto di incontrare persone del genere. Per quanto riguarda il Settore  Giovanile, sono tanti i ragazzi portati in prima squadra l’anno scorso: forse anche per necessità di budget, ma il lavoro svolto è stato ottimo. E, in questa direzione, abbiamo riconfermato Davide Poletto: siamo soddisfatti di quanto ha fatto negli anni passati. Da adesso in avanti si cercherà di dare continuità di risultati, cercando di portare in prima squadra i giovani non per necessità ma per la loro bravura. Dobbiamo lavorare sodo, abbiamo diversi progetti e una programmazione ben chiara nella nostra testa. Anche a livello di staff allenatori abbiamo apportato qualche modifica, che annunceremo nei prossimi giorni. Con me ho portato Mattia Rolfo, che era con me a Gozzano l’anno scorso: sarà Responsabile organizzativo e Responsabile dell’agonistica. Cercheremo di lavorare al meglio, perché per la nuova proprietà il Settore Giovanile rappresenta un core business importante.

Negli ultimi giorni è stata rinnovata la concessione da parte del Comune delle strutture del Belvedere di Via Vicenza: tutte le squadre si alleneranno e giocheranno lì?  Uno degli obiettivi che ci siamo posti è quello che i ragazzi debbano sentire l’importanza della maglia e della storia della Pro Vercelli. Per questo abbiamo apportato delle importanti modifiche: la nostra formazione Berretti o Primavera, siamo in attesa di capire cosa ci dirà la Federazione, giocherà al “Silvio Piola” per iniziare a respirarne il clima e a capire cosa vuol dire iniziare ad essere dei “Leoncelli”. Il senso di appartenenza alla Pro Vercelli parte proprio dal settore giovanile e ci lavoreremo molto, a partire dalla nostra casa: da poco abbiamo rinnovato la convenzione con il Comune di Vercelli, che ringraziamo, per l’utilizzo del Belvedere. Ci siamo subito messi a lavorare per rendere le strutture immediatamente utilizzabili e da qualche giorno i nostri ragazzi hanno ripreso ad allenarsi.

Come diceva, i ragazzi hanno ripreso ad allenarsi in tempi record vista la situazione sanitaria. Nonostante tutto, abbiamo lavorato giorno e notte per ripulire il centro sportivo da erbacce e alberi che stavano crescendo. Stiamo sanificando costantemente gli ambienti, in modo che i nostri ragazzi siano nel pieno della sicurezza: quello che ci interessa è l’integrità fisica e morale dei nostri ragazzi. Siamo riusciti a fare tutto in tempi record, anche perché lavoriamo 15-16 ore al giorno per la Pro Vercelli: non è una frase fatta, ma la verità. Tutto questo perché il Settore Giovanile deve essere il fiore all’occhiello della Pro Vercelli.

Dunque, idee, lavoro, competenza, pazienza e soprattutto meritocrazia. Nelle nostre squadre vogliamo creare competizione tra i ragazzi, stimoli forti per far sempre meglio sia per chi gioca sia per chi vorrebbe giocare, ma tutti sanno che l’obiettivo è migliorarsi per guadagnarsi la maglia da titolare.

Tags: , , , , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pro Vercelli-Juventus U23 1-0: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...