Esclusive Simone Auriletto (Foto Ivan Benedetto)


Simone Auriletto (Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 1 marzo, 2020 17:30 | by Michele Balossino

0

Pro Vercelli, Auriletto: “Manteniamo alta l’asticella della concentrazione”

PRO VERCELLI INTERVISTA ESCLUSIVA SIMONE AURILETTO / VERCELLI – Sosta forzata per il girone A del campionato 2019/2020 di Serie C, fermato precauzionalmente dalla Lega Pro per evitare una maggior diffusione del Coronavirus. Pertanto, abbiamo sentito il difensore delle “Bianche Casacche” Simone Auriletto che, in esclusiva, ci ha fatto il punto della situazione in casa Pro Vercelli.

 

PRO VERCELLI, L’INTERVISTA ESCLUSIVA A SIMONE AURILETTO

Buon pomeriggio Simone. Innanzitutto come state vivendo questa sosta forzata del campionato per l’allarme Coronavirus? Giustamente la salute viene prima di ogni altra cosa, quindi anche del calcio. Bisognava prendere delle decisioni importanti sulla chiusura di determinate attività e, secondo me, si è agito nel modo corretto. Possiamo dire che per noi è stata come un’altra sosta del campionato, che abbiamo sfruttato per ricaricare le batterie e per recuperare infortunati e acciaccati. Non bisogna commettere l’errore di staccare il cervello, perché poi il campionato ci metterà una partita dietro l’altra: dobbiamo continuare a lavorare e mantenere alta l’asticella della concentrazione.

Nelle ultime ore si è diffusa la notizia dei contagi in casa Pianese, una delle squadre inserite nel vostro girone: che effetto fa leggere queste notizie? In questi giorni abbiamo avuto la fortuna di ricevere ulteriori informazioni su questo contagio: a mio parere, creare allarmismi è sbagliato. Basterebbe che le persone che non stanno bene evitassero di venire al campo o di frequentare luoghi affollati. Ma ripeto, creare allarmismi non porta a nulla: certo, bisogna farci attenzione. Per quanto riguarda la Pianese, spero abbiano contratto un’influenza normale, che passi il prima possibile e che possano tornare presto in campo.

La Lega Pro ha deciso di fermare il campionato, mentre in Serie A e in Serie B abbiamo visto alcune partite rinviate e altre disputate a porte chiuse: a tuo avviso, qual è la soluzione migliore? Se la Serie A ha deciso di rinviare alcune partite, avrà i suoi motivi: di organizzazione e logistici. Dare una risposta non è semplice: sicuramente stare fermi tanto non è bello, così come giocare senza neanche una persona sugli spalti. Queste decisioni, comunque, spettano ai vertici delle Leghe, che sapranno certamente prendere le decisioni più oggettive possibili nel rispetto della sicurezza e della salute di tutti.

In ogni caso il campionato è fermo e, salvo novità, dovrebbe riprendere domenica prossima con la trasferta di Arezzo: come sta andando il lavoro di preparazione in vista di questa sfida e delle prossime, dato che il calendario di marzo si prospetta fittissimo? Finché non abbiamo avuto l’ufficialità dei rinvii, noi ci siamo sempre allenati con la testa come se ci fosse la partita; quando poi è arrivato il comunicato, abbiamo caricato un po’ di più in vista delle gare future: ma abbiamo sempre lavorato come se, alla fine della settimana, ci fosse la partita di campionato. I giorni passano veloci e, come detto, alla ripresa avremo una partita ogni tre giorni: sarà fondamentale avere l’intera squadra pronta con la testa, perché ci saranno da fare gli straordinari. Tutti devono essere sul pezzo e farsi trovare pronti per dare una mano alla squadra.

Prima di questo stop del campionato, la Pro Vercelli aveva conquistato due preziose vittorie contro Gozzano e Pontedera, prima di uscire sconfitta immeritatamente dal campo della Pergolettese: come sta la squadra, soprattutto dal pinto di vista mentale? Mentalmente stiamo bene, perché tutti sappiamo qual è il nostro obiettivo stagionale e siamo consapevoli di quanti punti ci servano ancora per raggiungerlo il prima possibile. Stiamo bene, anche se siamo reduci dalla sfortunata sconfitta di Crema. Noi andiamo sempre in campo con l’obiettivo di vincere: a volte gira tutto bene come contro il Pontedera e riesci a fare tre gol alla seconda in classifica; altre volte gira male, prendi due tiri e due gol e non riesci a concretizzare le numerose occasioni da gol create. Tolta l’arrabbiatura per il risultato con la Pergolettese, ne siamo comunque usciti mentalmente sereni perché la prestazione c’è stata. La nostra strada è questa: dobbiamo fare grandi prestazioni in ogni partita, per andarci a prendere punti contro tutte le squadre e conquistare la salvezza.

Una considerazione sulla tua stagione: mister Gilardino ti ha dato fin da subito fiducia e tu la stai ripagando con ottime prestazioni, sia nella difesa a quattro sia nella difesa a tre che stiamo vedendo nelle ultime settimane. Mi trovo bene sia nella difesa a quattro sia nella difesa a tre, due sistemi di gioco che conoscevo già. Fondamentalmente cambia poco: da un lato si è in cinque dietro e c’è maggior copertura, ma dall’altro i quinti possono stare più alti e dare maggior supporto alla fase offensiva. L’importante è avere sempre equilibrio di squadra, a prescindere dai moduli. Abbiamo dimostrato di poter giocare bene sia con il 4-3-3 sia con il 3-5-2: questo è molto importante, perché Mister Gilardino può cambiare a seconda della situazione o a partita in corso. Noi giocatori siamo a completa disposizione e quello che conta veramente è dare l’anima su tutti i palloni: alla fine i moduli passano in secondo piano.

Vuoi fare un appello ai tifosi? Dico sempre che il calcio è dei tifosi; sembra una frase fatta, ma non lo è. I tifosi animano le partite e il calcio: ho visto in televisione un paio di partite a porte chiuse, non sembravano neanche partite ufficiali. Noi abbiamo bisogno del supporto del nostro pubblico, come tutti: soprattutto perché siamo una squadra giovane e, con l’aiuto della nostra gente, possiamo superare i momenti di difficoltà ed esaltarci. Ai tifosi chiedo di venire allo stadio, perché abbiamo voglia di lottare, di metterci in mostra e di regalare loro emozioni.

Tags: , , , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pro Vercelli-Carrarese 3-1: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...