Diretta Live Danilo Russo


Danilo Russo (Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 10 febbraio, 2015 14:00 | by Hervé Sacchi

0

Pro Vercelli, conferenza Russo: le parole del portiere

LIVE CONFERENZA RUSSO DIRETTA PRO VERCELLI / VERCELLI – Oggi per la Pro Vercelli ha parlato Danilo Russo. Il portiere, autore di una grande prestazione a Varese, ha risposto alle domande dei cronisti.

 

Girone di ritorno, cambia qualcosa? I numeri li guardatevi più voi che noi. Non avevo fatto caso di aver meno punti dopo quante partite. Sappiamo che il nostro obiettivo è giocarci questo campionato anche l’anno prossimo. Penso che abbiamo fatto quello che ci si aspettava. Per ora va bene così.

Squadre diverse? Sicuramente, sappiamo che è come se avessimo iniziato un altro campionato. In B si giocano due campionati l’anno. Tante squadre si sono rinforzate, tante pensano di essersi rinforzate. E’ completamente un altro girone. Noi sappiamo quello che vogliamo fare. Sappiamo la forza del gruppo. La società punta su questo e non ha voluto stravolgere nullo.

Pareggio al 90′? All’inizio avremmo firmato per un pareggio, ci sarebbe andato bene il venerdì prima della partita. Alle 16.45 ci stava stretto. Le partite vanno giocate. Resta il rammarico, perché è già successo di perdere punti al 90′.

Disattenzione? E’ stata un po’ una disattenzione come tante volte è capitato. Sennò le partite finirebbero tutte 0-0.

I tifosi si lamentano che i giocatori non li salutano a fine partita? Quasi tutti sono sempre andati a salutare i tifosi. Non è un fatto di dovere. E’ più un piacere. Sappiamo i sacrifici che fanno. Nonostante il fatto che abbiamo giocato male, sappiamo che salutarli è il minimo che possiamo fare. Sappiamo che c’è qualcuno più arrabbiato e più nervoso, penso che sia da prendere in considerazione. Poi se mi dite: “Sono venute solo due persone a salutare…” è chiaro. Io penso a prescindere è un segno di ringraziamento e rispetto nei loro confronti per venire a vedere non Danilo Russo ma per venire a vedere la squadra della Pro Vercelli. A me fa piacere andare a salutare per poter ringraziare. Poi chi non va è libero di non andare, io andrei sempre.

Quanto peserà l’assenza di Marchi? Ettore è uno dei più importanti giocatori che abbiamo. Ora è il momento di scoprire se la Pro saprà andare avanti anche senza il suo aiuto. Non possiamo permetterci di non fare punti.

Ti arrabbi? Qualsiasi gol che prendi il portiere si arrabbia sempre. Magari non lo si esterna e nemmeno nello spogliatoio, magari le dici scherzando. L’errore capita a me ma capita agli altri. E’ una ruota che gira.

Cittadella? Penso che sia una bella gara da giocarsi. Non vedo l’ora che arrivi, stanno bene e noi vogliamo fare bene. In casa verremo spinti dai tifosi e dalla città. Non possiamo sbagliarlo. Stiamo lavorando bene.

A 46 anni giocherai ancora come Pierobon? L’ho sempre detto alla mia famiglia che mi piacerebbe giocare a lungo. E’ una questione di testa, più delle gambe. Poi se la schiena inizia a farti male non riesci tanto a farle. Però il portiere ha una vita più lunga e a me piacerebbe arrivare. E la cosa che mi piacerebbe di più è giocare assieme a mio figlio, che non farà sicuramente il portiere.

 

 

Tags: , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pergolettese-Pro Vercelli 2-1: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...