Diretta Live Secondo


Massimo Secondo mostra la maglia con il nuovo logo Punto Service (Foto MagicaPRO.it)
Pubblicato il 3 febbraio, 2015 14:00 | by Hervé Sacchi

0

Pro Vercelli, Secondo e Varini: ‘Non abbiamo preso figurine’

PRO VERCELLI SECONDO VARINI MERCATO CONFERENZA / VERCELLI – Il Presidente Massimo Secondo e il ds Massimo Varini sono attesi in sala stampa per parlare coi cronisti della sessione di mercato appena conclusa. Ricordiamo che la presentazione dei nuovi acquisti è stata posticipata alle ore 16.45.

 

MASSIMO SECONDO: “Prima considerazione: chi deve fare molto a gennaio – si chiama mercato di riparazione apposta – è perché ha fatto male prima. Noi abbiamo fatto il mercato che ci eravamo prefissi, lasciando giocatori che hanno avuto poco spazio – con rammarico Marconi, al quale sono affezionato, – e Statella – ma anche gli altri. Detto questo abbiamo fatto un mercato fatto bene. L’unico giocatore che doveva uscire e che non è uscito è Ragatzu. E’ andata male con Signorelli per esclusiva volontà dell’Empoli, era tutto fatto. L’Empoli, una settimana prima, ha deciso diversamente e non si è mosso. Non lo abbiamo potuto prendere. Abbiamo preso un giocatore in cui crediamo molto (Musacci), che non ha mai giocato in Lega Pro, e questo la dice lunga. I venti minuti che ha fatto sabato sono stati buoni, pur non conoscendo compagni. Abbiamo preso giocatori che vogliono venire qua a giocarsi la vita. Vogliono mettere in mostra una grande cattiveria agonistica, che è la caratteristica di questa squadra. Che abbiamo visto bene nel primo tempo di sabato. Nel secondo tempo l’impatto psicologico di Pezzuto si è fatto sentire… Sono comunque giocatori che ci potranno dare una mano nei vari reparti. Vengono serenamente a giocarsi il posto. Le scelte sono del mister che valuterà di volta in volta chi sarà più in forma e chi avrà più voglia di farsi vedere. Ora ci sono due partite importantissime, Varese e Cittadella. L’importante è fare punti in entrambe le partite. L’importante è non lasciarne tre agli avversarie. Se riusciamo ad aumentare il gap, meglio ancora. Dobbiamo fare 5 vittorie e tre pareggi. Poi stiamo a vedere cosa succederà dopo. Sperando che il dopo non sia l’ultima giornata. Abbiamo fatto operazioni interessanti con la Juve, con la quale stiamo rinsaldando un rapporto: Bunino resta con noi per un anno e mezzo e altrettanto importante l’operazione con cui Castiglia rimane per altre tre anni. E’ un giocatore importante, se si conferma a questi livelli ha chance di andare in Serie A. Già nei prossimi tempi ci sarà maggiore attenzione sui giocatori italiani. Tempo fa sentivo commenti autorevoli su giocatori come Valdifiori e Croce che avrebbero meritato prima la Serie A, e anche Castiglia credo possa inserirsi in questo contesto. Speriamo di aiutarlo a mettersi in mostra e lui ci sta aiutando con prestazioni eccellenti. Altra operazione importante, per il momento è prestito, è quella che porterà ad allenarsi coi grandi il capitano dell’Under 19 slovacca Hromada. Siamo contenti di questo rapporto con la Juve, una squadra della top 10 mondiale. E siamo contenti che si vada sempre più a rinsaldare: prendono Bunino e ce lo lasciano per un anno e mezzo, vuol dire che c’è fiducia.

MASSIMO SECONDO

Purtroppo non so come facciano gli altri. Me lo chiedo ogni volta. Non ci possiamo permettere certi giocatori. A essere virtuoso non faccio fatica, perché certi giocatori costano troppo. Troianiello è un giocatore inavvicinabile. Non ho la certezza che quel tipo di giocatore possa arrivare a Vercelli e fare subito bene, perché quei giocatori sono abituati ad altre piazze. Ci sono giocatori anche importanti che potrebbero sicuramente far bene qui, ma dopo l’esperienza Tiribocchi qualche domanda ce la poniamo sempre. Nessuno ha dubbi sul piano tecnico di Tiribocchi, ma quando è stato qua sappiamo tutti come è andata. La nostra filosofia è andare a cercare giocatori che usino Vercelli come trampolino di lancio, che abbiano motivazioni molto forti. Se vedete i giocatori che abbiamo preso in estate e a gennaio, tutti hanno questa caratteristica. Chi sta vedendo giocare Ronaldo, Emmanuello e Castiglia capisce le nostre scelte. Sono solo i primi che mi sono venuti in mente che hanno prospettive di andare a giocare in categorie superiori. Luppi è un giocatore che ha fatto benissimo in Interregionale e che quest’anno ha fatto nel Modena 17 presenze nel girone di andata. Vuol dire che Novellino gli ha sempre trovato, o dall’inizio o a partita in corso, uno spazio. Se vediamo le presenze di Luppi e di Ferrari – altro giocatore che nessuno può mettere in discussione per esperienza e tecnica – Luppi vanta più presenze. Lui ha grandi motivazioni perché è approdato da poco in Serie B e se la vuole tenere stretta. Fa parte di quei giocatori che danno tutto. L’ho seguito più di una volta entrare con una voglia di fare bene, di cambiare l’equilibrio della partita che ci ha stupito.

MASSIMO VARINI

Il Presidente si è dimenticato di dire che abbiamo rifiutato proposte per due giocatori nostri. Proposte importanti. Sentendo anche il parere dell’allenatore, abbiamo deciso che era giusto non creare situazioni che destabilizzassero il gruppo che aveva fatto bene fin qui. Speriamo che continui a farlo bene per le prossime 18 partite. Io ho sempre fatto la C. A giugno era sempre tutto rilassato, meno frenetico. Quello che ho visto ieri lì dentro non riesco a comprenderlo: non c’è più il valore del soldo. C’è il gioco delle figurine, stravolgi veramente tutto. Abbiamo vissuto una situazione ai limiti del paradossale. Voi ci chiamavate, avevamo fatto ma non potevamo dirlo. Le operazioni le avevamo studiate, alle 14 eravamo lì col procuratore di Luppi e sembrava tutto fatto. Alle 22.47 no.

MASSIMO SECONDO

Il nostro obiettivo è che se c’è la possibilità che i nostri giocatori vadano in club più importanti di categorie superiori, all’interno di un progetto che salvaguardi la loro crescita e la nostra società, gli  si vada incontro. Se ci sono delle prospettive importanti, ma che non ci danno le garanzie importanti per continuare a far bene, le facciamo slittare. La nostra priorità è salvarsi e questo viene sopra a tutto. La funzione della Pro Vercelli, nel panorama del calcio di Serie B è consentire ai ragazzi giovani di mettersi in mostra e spiccare il volo.

 

MASSIMO VARINI

Se ci basiamo sulle figurine, vediamo che l’Entella ha fatto mercato di spessore. Anche noi abbiamo affrontato un discorso con Masucci e Cutolo, abbiamo avuto dei contatti e non nell’ultimo giorno. L’Entella vuol dire che ha una potenza economica che noi non abbiamo. La Pro Vercelli ha fatto ciò che doveva fare.

MASSIMO SECONDO

L’Entella ha preso tutti i giocatori over 30 facendo credo a Cutolo tre anni di contratto. Non è una critica. Ma prendere tre giocatori di quel calibro, con quei costi e over 30, qualche dubbio ce l’ho. Sono convinto che Sforzini gli farà 10 gol. Ha una carriera importante che parla per lui. Se parliamo di questo campionato, Luppi ha più presenze di Sforzini. Se parliamo a livello di nomi hanno un trio d’attacco più importanti della B.

MASSIMO VARINI

Io credo che ognuno abbia fatto ciò che voleva fare. Noi abbiamo portato avanti una filosofia. Nemmeno l’anno scorso abbiamo fatto cose che potevano stravolgere l’ambiente. Siamo andati su giocatori che potessero avere aspettative importanti e che sono adatti per questa piazza. Abbiamo lavorato in questo mese anche per costruire un qualcosa che pensiamo che se tutto va come deve andare può dare un futuro sostenibile alla società in questa categoria. E credo che, a prescindere dai nomi, credo sia la cosa più importante di tutti. Dirsi contenti adesso è facile. Le prossime due partite sono importanti ma non sono determinanti. Determinante è arrivare a fine campionato con cinque squadre dietro. Dobbiamo mantenere l’equilibrio che abbiamo avuto fino ad oggi senza esaltarsi con le vittorie. Non eravamo abituati a perdere l’anno scorso. Ne abbiamo perse diverse quest’anno ma non è mai successo nulla, abbiamo lavorato con tranquillità. Lavoriamo con l’obiettivo di arrivare all’ultima gara e avere cinque squadre dietro, non di giornata.
Ragatzu? Mi è arrivata una telefonata ora. C‘è un interesse reale, ci sono diversi mercati aperti anche all’estero. Il giocatore ha una sua storia. Quest’anno non ha trovato le condizioni giuste per esprimere le sue qualità. E’ un giocatore di indubbie qualità tecniche. Lui ha rifiutato tutto. Noi gli abbiamo dato le nostre motivazioni.

MASSIMO SECONDO

Se Ragatzu resta, verrà messo fuori lista. Se trova una collocazione all’estero va bene lo stesso. Sono scelte che abbiamo comunicato per tempo a inizio mercato. Rispettiamo le sue scelte, anche se gli sono arrivate proposte da club importanti. Noi siamo abituati a mantenere gli impegni, belli o brutti che siano.

 

Tags: , , , , , , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pergolettese-Pro Vercelli 2-1: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...