News Francesco Modesto (Foto Ivan Benedetto)


Francesco Modesto (Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 2 aprile, 2021 14:50 | by Alessandro Borasio

0

Pro Vercelli, Modesto in conferenza: “Avrei firmato con il sangue, giochiamocela”

PRO VERCELLI CONFERENZA STAMPA MODESTO / VERCELLI – Prima della rifinitura, mister Francesco Modesto è salito in sala stampa per parlare con i giornalisti. Ecco le parole del tecnico della Pro Vercelli in vista del match di Serie C contro l’Albinoleffe.

 

PRO VERCELLI, LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER MODESTO ALLA VIGILIA DELL’ALBINOLEFFE

È un momento negativo di risultati: le due gare che abbiamo affrontato sono diverse una dall’altra. Gli episodi determinano le gare, noi non abbiamo sfruttato bene qualche episodio. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla, dobbiamo migliorare dove abbiamo sbagliato. Si sono sempre allenati bene ed hanno avuto una crescita importante durante l’anno. C’è un alone strano, prima entusiasmo ed ora si parla di muso: quando si alza l’asticella è tutto scontato, ma non è cosi. I ragazzi hanno il merito di essere lì, ma le battute d’arresto ci possono essere (anche se fanno male a tutti). L’unica cosa che conta è la partita: se fai male, fai male; se fai la partita giusta è diverso… ma alla fine conta il risultato. Alla gente interessa alla gente, pesano. Noi continuiamo con il contro percorso.

Domani mi aspetto una partita difficile: noi non siamo superiori, faremo la nostra gara. L’attenzione massimale sarà fondamentale. Non ci si deve deprimere per due sconfitte, domani giochiamo la nostra partita (di cattiveria, concentrazione, ecc..) e nulla più. Conosciamo il nostro valore. Voi (giornalisti) capite quello che la squadra sta facendo, mi fa molto piacere. Se andiamo ad analizzare le situazioni è diverso: contro la Pro Sesto l’episodio ci è girato contro. Questo è il calcio, si può sbagliare: contro l’Alessandria abbiamo rischiato più volte nel primo tempo; loro sono passati in vantaggio al 43esimo su autogol. Con il senno di poi possiamo raccontarcela come vogliamo. A Livorno abbiamo avuto molte occasioni ma succede di non segnare: abbiamo subito il 2-1 su ripartenza, la prima di tutto il campionato. Eravamo messi bene ma ci sono state valutazioni non perfette: è comunque una crescita, l’errore rimane impresso e non si ripeterà più. Mancano 5 partite determinanti, la squadra merita di fare bene per quello che ha fatto e dimostrato: ma senza assilli. Dobbiamo essere sereni e giocare normali, limitando gli errori.

Comi Costantino? mi hanno dato tanto a partita in corso. Contro il Livorno un po’ di meno, Comi ha accentrato rispetto a Costantino. È generoso e mette tutto per la squadra: abbiamo due attaccanti forti, se serve li metteremo nuovamente. Non guardo i numeri: avessimo vinto tutte le gare saremmo primi a punteggio pieno, ma il calcio non è cosi. Ogni partita ha dei momenti, ci sono episodi che devono girare a favore e può capitare di lasciare punti: la Pro ha sempre provato a farei risultato, su ogni campo. Non ci siamo mai arrabattati per un punto o per una vittoria, abbiamo la consapevolezza di giocarcela contro tutti: aldilà del risultato. Stanno facendo cose straordinarie, ci dimentichiamo però di tante cose: dei giovani, di Hristov titolare in Nazionale.. è motivo di orgoglio. Abbiamo fatto un grande lavoro, non si può essere negativi per due gare senza punti: io sono positivo, vedo la squadra e sono positivo; però non mi accontento mai.

Sembra che sia tutto sempre scontato: sento parlare dell’Alessandria che ha fatto una scalata impressionante, ma l’Alessandria doveva fare questo campionato. Anzi, è in ritardo. Noi siamo in anticipo! Il Como, per la squadra che ha, è in ritardo. Non è mai passato il messaggio giusto, noi siamo in anticipo su tutto. Gli altri un pelo in ritardo. Noi abbiamo tutto di guadagnato, avrei firmato con il sangue questa posizione a cinque dalla fine ad inizio campionato; siamo a 4 punti dalla prima. Rizzo sta lavorando bene, sta recuperando ma è normale che ha meno minuti. Avrà la possibilità di giocare, è un valore aggiunto.

La spensieratezza per me non è il primo tempo di Como ed Alessandria, ma può starci: i giocatori possono avere tensioni. La spensieratezza è un avere un qualcosa in più: provare un dribbling in più o una giocata, non devo avere paura di sbagliare. È avere un pensiero positivo, la squadra deve avere convinzioni perché le ha sempre dimostrate.

Tags: , , , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Albinoleffe-Pro Vercelli 1-3: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...