News Alberto Gilardino (Foto Ivan Benedetto)


Alberto Gilardino (Foto Ivan Benedetto)
Pubblicato il 23 novembre, 2019 17:51 | by Alessandro Borasio

0

Pro Vercelli-Renate, le interviste post-partita

PRO VERCELLI RENATE INTERVISTE / VERCELLI – Ancora collegati dallo stadio “Silvio Piola” di Vercelli, vi trasmettiamo le dichiarazioni a caldo dei protagonisti di Pro Vercelli-Renate: ecco tutte le interviste.

 

PRO VERCELLI-RENATE, LE INTERVISTE POST-PARTITA

MASSIMO SECONDO

Primo tempo male, dopo 10′ eravamo sotto di due gol. Il primo per un errore grave nostro, il secondo da parte dell’arbitro. Dopo il Renate è scomparso, abbiamo giocato solo noi. Avremmo potuto accorciare le distanze nel primo tempo. Il rigore non dato a Comi per me era clamoroso, dopo di che non parlo del secondo tempo. Siamo una squadra giovane di ragazzi che restano in tensione e che non hanno paura di nessuno. Se invece non è cosi lasciamo il gioco per 10′, siamo stati bravi poi a riprenderla. Non deve più succedere, però nel secondo tempo meritavamo di vincere: sia per il gioco che per le occasioni. Il palo di Schiavon, poi Romairone e Cecconi sono stati l’apice; ci sono state altre occasioni per segnare durante il match. Meritavamo i 3 punti, li abbiamo buttati via per un inizio nostro sciagurato. Ora abbiamo 22 punti, abbiamo giocato molto bene con la seconda del girone. Nulla è un caso.

Loro sono una squadra forte che fino alla fine saranno in quella posizione. Siamo soddisfatti, mancano 18 punti all’obiettivo. Ora andiamo a Carrara, campo difficile e con un ambiente forte. Il loro mister è una star della C, dobbiamo andarci con la Pro del secondo tempo. Il carattere è merito dei ragazzi e del Mister, che trasmette questa mentalità. Alla fine del primo tempo diceva ai ragazzi che si poteva perdere, ma non così. Questa Pro è sua, se diamo continuità per 95′ siamo scomodi per tutti. Possiamo puntare a fare questi 18 punti che ci mancano. Se cambiamo obiettivi siamo morti, 18 punti sono tanti.

Non è facile, invito tutti a stare concentrati sull’obiettivo primario. Abbiamo avuto parecchi infortuni, tanti crociati così – fortunatamente – non me li ricordo. Siamo sfortunati, se poi ci aggiungiamo pure questi arbitri non va bene. Ripeto, restiamo concentrati su questi 18 punti che è meglio. Prima li facciamo e prima saremo contenti, poi si vedrà. Noi abbiamo avuto tante squadre forti che hanno fatto ottimi campionati, questa regala soddisfazioni per atteggiamento e per età media. Sono tutti giovani che vengono dal settore giovanile: è una doppia soddisfazione. Pochi credono nel settore giovanile, noi invece ci crediamo: abbiamo investito tanto negli anni e ora raccogliamo un qualcosa. Poi ripeto, l’atteggiamento mi piace molto. Anche gli anni scorsi l’atteggiamento era importante, ma erano più “vecchi”. Siamo quelli che danno più minutaggio nei tre gironi, questo vuol dire molto.

 

ALBERTO GILARDINO

Primo tempo, in particolar modo i primi minuti, non siamo scesi in campo. Mi assumo le responsabilità, nel pre gara non ho trasmesso bene quello che volevo. È mancato un qualcosa e mi prendo le responsabilità, nel secondo tempo invece abbiamo fatto una prova di grande gruppo che lavora bene. Siamo giovani e si passi da questi momenti brutti per crescere. Si migliora e si cresce. A fine e primo tempo ho detto che si può perdere, ma non perché non eravamo noi nei primi 20′. Alla fine del primo tempo eravamo propositivi, poi nel secondo tempo siamo stati bravi. Grande attenzione difensiva e grande impegno, potevamo pure vincerla: è il nostro DNA.

Il rigore? Serve il quarto uomo. È assurdo, serve maggior supporto per gli arbitri. Altrimenti succederanno per sempre queste cose, le sviste le fanno tutti ma serve più attenzione. Per me il gruppo lo si vede in ogni momento, i singoli fanno la differenza ma non si vince da soli. La squadra è meravigliosa, ripeto: primo tempo abbiamo fatto male per una questione mentale, dopo è uscito il gruppo e sono contento. Stiamo facendo un buon lavoro, dobbiamo però migliorare qualsiasi cosa. Fino a quando non avremo raggiunto la salvezza non dobbiamo parlare di altro. La C è un campionato strano, ci sono troppe variabili e non si è mai sicuri. L’intensità e l’adrenalina sono fondamentali. La prospettiva è positiva, dopo questa rimonta bisogna essere ancora più orgogliosi. Dobbiamo dimenticare i primi 20′, ci servirà da lezione. Sbagliare ci è utile, ma dobbiamo migliorare.

Il Monza è la più forte, ha già vinto il campionato a Novembre. Il Renate è forte ed organizzato, lottare e riacciuffare il pareggio con loro vuol dire che abbiamo fatto bene. Carosso torna in settimana, Graziano non tornerà prima di Natale, Benedetti sarà operato e Sangiorgi tornerà nel 2020.

 

ALBERTO MASI

Portiamo a casa il punto, per com’è iniziata è un punto guadagnato. Grande secondo tempo, i primi 15′ del primo tempo invece sono da dimenticare,. Il gruppo ha dato l’ennesima dimostrazione di crederci ed essere bravo, anche a far girare le occasioni. Loro nel secondo tempo non sono mai arrivati in porta.

Sono contento per il gol ma ho rosicato sul gol subito, dove ho fatto un piccolo errore di valutazione: ho rimediato dopo dai. Poteva esserci un calo psicologico, invece abbiamo giocato credendo di rimanere in partita; con un episodio cambia tutto. Siamo stati bravi a capovolgere la situazione, non era facile ma siamo stati molto bravi; ottima razione ma non deve più capitare.

La C è un campionato livellato, tolto il Monza. Noi ci abbiamo messo un attimo di più ad ingranare, siamo giovani e dovevamo conoscerci. Sono soddisfatto del nostro cammino, dovremo essere bravi a continuare su questa marcia. Abbiamo dimostrato che possiamo giocarcela con tutti, compreso con il Monza. Il calcio è fatto di episodi, ma la mentalità dobbiamo averla sempre.

Fisicamente mi sento meglio ora, sto bene. Prima ho avuto un problema, ora che gioco con continuità sono in crescita. Il gol lo dedico a mia moglie e alla mia figlia che stanno sempre con me e mi danno sempre molta forza.

Tags: , , , , , , ,




Comments are closed.

Back to Top ↑
  • Facebook

  • Sondaggio

    Pergolettese-Pro Vercelli 2-1: Vota il migliore delle "Bianche Casacche"

    View Results

    Loading ... Loading ...